Che significato hanno i colori e come vengono utilizzati?

Data: 01/02/13

Rivista: febbraio 2013

Dopo aver spiegato il significato e l’origine del colore, che come detto si genera nell’occhio dell’osservatore ed è a tutti gli effetti creato dal nostro cervello, è il caso ora di soffermarsi sul fatto che è possibile, quindi, definire il colore come un’impressione sensoriale in quanto ciascun individuo lo “percepisce” in modo differente.

Tutto questo non è spiegabile solamente col fatto che non esistono mai due occhi e due cervelli uguali tra loro perché l’interpretazione del colore varia non solo da individuo ad individuo, ma perfino la stessa persona lo può percepire differentemente in momenti diversi ed in base allo stato d’animo del momento. Lo stesso colore può pertanto generare sensazioni differenti. Lo studio di questo fenomeno prende il nome di “psicologia del colore”.

Ogni colore ha un significato psicologico specifico ma anche personale e variabile e fino ad ora non classificabile scientificamente.

È operativamente consolidato dividere le gradazioni cromatiche in tre macro aree e cioè i colori caldi (rosso, arancio e giallo), quelli freddi (verde, blu e viola) e neutri (nero, grigio e bianco).

Di seguito riporto alcuni esempi di significati assegnati ai vari colori sulla base, soprattutto, di consuetudini e di operatività grafiche ricordando però che non ci sono studi scientifici specifici che li avvalorino.

Significato psicologico e uso dei colori caldi:

  • il rosso, più caldo e dinamico, denota qualcosa di attivo, stimolante, passionale, emozionante e potente. Se utilizzato in piccole dosi nella sua forma più pura attira l’attenzione su elementi critici e segnala un pericolo. Questo colore è stato scelto come principale da Youtube e Google+:
  • l’arancione, non così travolgente e forte come il rosso, è equilibrato, vibrante e pieno di energia pur essendo accogliente e invitante. Di solito si utilizza per dare un’impressione accogliente e invitante. Questo colore è stato utilizzato come principale da Amazon;
  • il giallo, colore caldo più luminoso e il più energizzante, è simbolo di felicità, calore, stimolo ed espansività quindi si usa per far trasparire l’allegria e la felicità scelto da IMDb (sito internet che permette di scaricare i film);

Significato psicologico e uso delle gradazioni fredde:

  • il verde, colore freddo secondario, è simbolo di calma, equilibrio e rigenerabilità e rappresenta la stabilità;
  • il blu trasmette affidabilità, fiducia, sicurezza ma anche calma e spiritualità. Il blu scuro è molto usato per progetti aziendali e commerciali mentre quello chiaro per i siti web sociali che rappresentano la calma e la cordialità infatti è stato usato nelle sue sfumature come colore cardine del social network Twitter e da Skype;
  • il viola simboleggia la nobiltà, l’abbondanza e la dignità, ma può anche rappresentare la creatività e la fantasia. Le tonalità più scure del viola sono associate alla ricchezza e al lusso mentre le tonalità più chiare del viola alla primavera e al romanticismo. Questo colore declinato nelle sue varie sfumature è stato scelto come colore principale di Facebook con una piccola aggiunta di azzurro, Yahoo, WordPress e Linkedin.

Significato psicologico neutri:

  • il nero rappresenta il potere, l’eleganza e la modernità ma anche il mistero;
  • il grigio simboleggia la neutralità e la calma. Una mancanza di vivacità può essere associata al design conservativo. Questo colore è stato scelto come principale dall’enciclopedia online Wikipedia;
  • Il bianco rappresenta la chiarezza, la pulizia, la speranza e l’apertura ma anche la sterilità e la semplicità. Questo colore è stato scelto da Bing.

Mettetevi alla prova: che sensazioni vi trasmettono queste immagini?

Quale figura da le seguenti emozioni? Inserite i numeri delle figure nelle caselle a fianco della parola

  • Felicità
  • Passione
  • Purezza
  • Mistero
  • Calma
  • Equilibrio

Dopo queste due prime puntate che mi hanno permesso di introdurre il colore la prossima puntata verterà su una delle difficoltà o “diversità” collegate alla visione del colore; inizieremo con il daltonismo.

precedente

successivo