Knm-er1808 (le ossa della compassione)

Data: 12/06/23

Rivista: giugno 2023

Categoria:Poesia

Dal mare.

Sentivo persone sospirare.

Non ti fidare.

Del diavolo, non ti fidare.

Se ti dice ti amo.

Tu fallo andare.

Come un tramonto all’orizzonte.

Che collega come un ponte.

Tu rimani.

Vai nelle praterie a pescare.

Ma nel pozzo della mia anima. 

Tu rimani.                                                       

Perché tu peschi con le mani.

Ho preso in braccio un neonato non mio.

Mi succede quando le chiavi, 

le prende in mano Dio.

Ossa le tue, intinse di commozione.

Ossa bagnate dalla compassione.

Tu sei una donna, non un animale.

Ti sei alzata in piedi, per poi crollare.

Mi è capitato tante volte, 

di trovarmi riparato da una scala.

Protetto da una tempesta che infuriava.

Ma lei ritorna.

Ritorna sempre.

Le tracce sono nella terra.

Come le tracce, 

della fusione di una stella.

Ci dicono tanto queste ossa massacrate.

 

Di quando l’umanità nacque.

E la mela cadde.

 

precedente

successivo