Knm-er1808 (le ossa della compassione)

Data: 01/08/23

Rivista:

Categoria:Poesia

Parte seconda

 

Da quando mi sono svegliato, 

ho capito il perché la gente scrive diari.

Io però ho solo raccolte di poesie con me.

Ho accarezzato la costola di una donna durante un sogno.

Può una persona cambiare le sorti di un anno?

Adesso che si sta per chiudere il cerchio.

Non so se sono le lacrime, ma mi sento meglio.

Può un virus vivere più di noi?

Come un canestro che non muove la rete.

Ogni giorno è una battaglia.

Ma qui per fortuna c’è chi le muove le reti.

Ma c’è chi non impara,

c’è chi persino davanti al sangue non tampona.

Mi giro a destra e vedo che per chi sbaglia, 

ad aspettarlo c’è solo una gogna.

Poi mi giro a sinistra 

e vedo, che chi colpisce non prova vergogna.

E con passione che va vissuta la vita,

 questo ci hai insegnato tu.

Ed è la compassione che ci porta lassù,

 dove finisce la vite e domina l’uva.

Ed è lì che l’uomo trova.

Perché c’è una nuda verità.

C’è che gli alberi si abbracciano 

e si uniscono, per l’eternità.

 

precedente

successivo